Le sentinelle dell’artico – Finlandia

Una intera foresta di abeti rossi ricoperta da strati di neve bianca in Finlandia

#LoSapeviChe

Che cosa si nasconde dietro a queste imponenti figure bianche, che sembrano sorvegliare le nevi incontaminate dell’estremo Nord della Finlandia? Nient’altro che alberi, sepolti da una spessa corazza di neve e ghiaccio. Le surreali “sculture” dall’aspetto alieno sono state immortalate da Niccolò Bonfadini, studente 21enne di Monza appassionato di fotografia naturalistica, durante un viaggio nella Lapponia Finlandese.

Le rigide temperature dell’inverno artico – con il termometro che oscilla tra i -15 e i -40 °C, hanno creato intorno agli alberi della foresta finlandese un’armatura di ghiaccio e neve, rendendoli simili a spettrali uomini delle nevi, o “Sentinelle dell’Artico“, come le ha soprannominate il fotografo, che ora vive e studia in Norvegia

Bonfadini

Sfidando il gelo della Finlandia, Bonfadini ha campeggiato in questo scenario mozzafiato, per riuscire a fotografare le curiose formazioni con la luce unica che c’è un attimo prima del sorgere del Sole. Una nebbiolina fitta e misteriosa si è alzata, proprio in quel momento, intorno agli alberi: l’attimo perfetto per iniziare a scattare.

Secondo il fotografo, il manto di neve e ghiaccio che circonda gli alberi (nello specifico abeti rossi) è spesso una trentina di centimetri. I finlandesi chiamano questo fenomeno Tykky (l’equivalente dell’italiano “galaverna”). Per arrivare alla creazione di questi pinnacoli servono davvero molte notti di gelo. Inoltre il fotografo ha raccontato che «lasciando le scarpe da neve o le bottiglie di propellente per il fornelletto fuori dalla tenda di notte, alla mattina li ritrovavo coperti da uno strato di ghiaccio, anche se non aveva nevicato».

 

luca meloncelli