Tutto ciò che desiderate trovare in Giappone… sarà a vostra disposizione.
E questo non perché il Giappone sia una scatola magica da dove estrarre di tutto, ma perché chiunque visiti il Giappone può viverlo alla propria maniera, cogliendone gli aspetti che maggiormente soddisfano i propri interessi, forse proprio perché il Giappone è un paese che si compone di così tante sfaccettature, da non poter essere colte totalmente a 360 gradi.

Così chi desidera essere travolto dal movimento potrà immergersi nel centro di Tokyo, nei centri commerciali e nei locali alla moda. Ma già nella periferia della città si può godere del relax nei magnifici giardini, nel palazzo imperiale e nell’elegante quartiere di Ginza. Inoltre allontanandosi da Tokyo si scoprono i siti storici di Kamakura e Nikkò.

Ma il Giappone può essere anche un viaggio interiore, un’esperienza spirituale per scoprire se stessi sulla scia dei grandi scrittori giapponesi che per primi hanno fatto conoscere il paese in occidente: da Hermann Hesse a Banana Yoshimoto.

Un viaggio che vi coinvolgerà completamente…corpo e mente!

Noi della I Like Viaggi abbiamo corrispondenti in loco che vi garantiranno una vacanza assistita a 360°, nonchè il miglior itinerario da seguire e dei consigli sui luoghi da visitare.

Proposte di Tours

Cose da Sapere Prima di Partire

Senza alcun dubbio, vi diciamo che il miglior periodo per visitare il Giappone è durante la fioritura dei ciliegi, durante l’Hanami, e quindi nel periodo che va tra la fine di febbraio, marzo, aprile ed inizio maggio.

A seguire è l’autunno, che rende il paese molto romantico. I giapponesi tengono molto al contatto con la natura, e lo si percepisce molto in questo periodo, dove ha luogo il Momijigari, durante il quale moltissimi locali e altrettanti turisti da tutto il mondo, tra cui famiglie, giovani, coppie di innamorati e gruppi di anziani si recano nei giardini delle città, nei parchi, nei boschi e nelle valli di montagna  per contemplare le foglie che diventano rosse e cadono a terra.

Non molto consigliato il periodo estivo, tra fine giugno, luglio, agosto e settembre.

In sostanza, il periodo migliore per un viaggio in Giappone è durante l’inizio della primavera o nel tardo autunno. Quando le precipitazioni non sono abbondanti e le temperature sono molto più accettabili rispetto a quelle rigide invernali o quelle calde e molto umide dell’estate.

Essendo il Giappone un arcipelago di isole nel pacifico, il clima è influenzato dalle correnti calde oceaniche e da correnti fredde provenienti dal nord.

Proprio per questo dobbiamo dividere il paese in macro aree:

A nord l’inverno può essere molto rigido e lungho, con nevicate abbondanti soprattutto nelle zone montuose, mentre, l’estate è breve e con temperature miti

Al centro del Giappone l’inverno è più breve, rispetto che al nord, e le estate è calda e umida.

Al sud invece, l’inverno presenta temperatura mite, mentre l’estate è più lunga e molto umida.

La pioggia inizia a cadere da maggio nel sud del Giappone, per spostarsi nel resto del Paese verso giugno, e si inoltrano fino a luglio, con lo sviluppo di possibili tifoni tra agosto ed ottobre. L’inverno nonostante sia molto rigido soprattutto al nord, porta giornate più soleggiate e secche rispetto alle altre stagioni.

Strutture sanitarie:

In Giappone, l’assistenza sanitaria in generale è molto buona. I medici locali sono preparati e gli ospedali ben organizzati. Si riscontrano tuttavia difficoltà a reperire medici e personale paramedico in grado di parlare lingue straniere, inglese incluso.
I costi per l’assistenza sanitaria sono molto elevati, pertanto si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese in caso di necessità.
In caso di emergenza, si può chiamare un’ambulanza, componendo gratuitamente e da qualsiasi cabina telefonica il numero di telefono 119 (attivo 24 ore su 24 anche in lingua inglese), comunicando i propri dati e l’indirizzo.
Le prestazioni mediche (incluse quelle di pronto soccorso) sono a pagamento.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Per qualsiasi altra informazione si consiglia di visitare il sito www.viaggiaresicuri.it

Una presa con due contatti piatti paralleliUna presa con 2 contatti piatti verticali paralleli e la presa a terra più in basso

In Giappone si utilizza una presa con due piedini rettangolari (come nella foto sopra a sinistra), più di rado quella con tre piedini (sopra a destra).
Nessun problema! Questa differenza è superabile tramite un adattatore facilmente repiribile qui in Italia o più facilmente direttamente in Giappone.
La differenza più problematica sta nel voltaggio.

In Italia si usa una corrente a 230 V ad una frequenza di 50 Hz.
In Giappone invece si utilizzano 100 V ad una frequenza si 50 Hz per la parte est del paese e di 60 Hz per la parte ovest.

Anche questo non è un grandissimo problema, dato che la maggior parte degli apparecchi elettronici hanno un trasformatore che funziona con voltaggio compreso tra i 100 e i 240 V e una frequenza di 50/60 Hz.
Verificate che i vostri caricabatteria funzionano anche in Giappone guardando l’etichetta, dove troverete, quasi sicuramente, questa dicitura: input 100V-240V 50/60 Hz.
Se così non fosse, non potrete utilizzare i vostri apparecchi elettronici.

Documenti:

Passaporto necessario, in corso di validità (così come il visto su esso eventualmente applicato). Al momento dell’ingresso nel Paese bisogna essere in possesso anche del biglietto aereo di ritorno. A partire dal 20 novembre 2007 è entrata in vigore la nuova legge sull’immigrazione che prevede nuove misure di controllo applicabili agli stranieri in entrata nel Paese (presa delle impronte digitali e foto del volto). Da tali controlli sono escluse alcune categorie di stranieri:

1) i residenti permanenti speciali;

2) i minori di 16 anni;

3) chiunque svolga un’attività che ricada sotto lo status di “residence for diplomat or official”;

4) chi sia invitato dal titolare di un’Amministrazione pubblica giapponese;

5) chi venga indicato, con un’ordinanza del locale Ministero della Giustizia, come equivalente alle categorie dei punti 3) o 4).

In caso di smarrimento e successivo ritrovamento del passaporto, al fine di evitare possibili lunghe attese, si raccomanda di portare con sè, ove disponibile, copia dell’avvenuto ritrovamento del passaporto.
Per maggiori informazioni circa la validità residua del passaporto richiesta per accedere in Giappone, si consiglia di contattare l’Ambasciata del Giappone a Roma o il Consolato giapponese a Milano.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento nel sito www.viaggiaresicuri.it

Visto:

I cittadini italiani possono recarsi in Giappone senza visto per motivi di turismo e per un massimo di 90 giorni di permanenza. Per soggiorni superiori a 90 giorni sarà invece necessario munirsi di un visto, che potrà essere richiesto presso l’Ambasciata giapponese a Roma o il Consolato giapponese a Milano.

Per qualsiasi altra informazione rivolgersi al sito www.viaggiaresicuri.it

La lingua principalmente parlata è il giapponese.

Difficilmente vengono parlate altre lingue, se non nei centri con maggior afflusso di turisti, in particolare Kyoto e la capitale Tokyo. Comunque, il personale di alberghi e ristoranti internazionali e lo staff dei musei spesso può comunicare in inglese.

Nell’area di Tokyo, dato il grande afflusso di cinesi e coreani, si sono venute a creare delle chinatown (Chuuka-machi a Yokohama e coreatown a Tokyo shin-ookubo) in cui si parlano cinese e coreano. L’aumento di turisti provenienti dai paesi asiatici limitrofi è in costante aumento: a Tokyo, Osaka ed in altri grossi centri urbani è diventato normale osservare pullman pieni di turisti asiatici.

In Giappone la moneta utilizzata è lo Yen che al cambio con 1 euro è di circa 116 Yen.

In Giappone non sempre le carte di credito e i bancomat vengono accettati: soprattutto piccoli ristoranti e piccoli esercizi potrebbero non accettarle e quindi l’unico mezzo di pagamento può essere in contanti.

Di solito il Giappone è un Paese molto sicuro e difficilmente si verificano furti, quindi potete portare con voi una discreta quantità di contanti.

Le carte accettate sono quelle dei circuiti più famosi (Visa e Mastercard in particolare) e Bancomat della serie Maestro e Cirrus.

La maggior parte dei bancomat non consente prelievi con carte straniere. Trovate bancomat per il prelievo presso gli uffici postali nei conbini (i negozi giapponesi aperti 24 ore su 24 dove è possibile trovare di tutto) 7-Eleven e negli sportelli CityBank.

Di norma, funziona anche la postepay per i pagamenti, ma per sicurezza portatevi anche il PIN che potrebbe esservi richiesto.

Il prefisso per chiamare in Giappone è 0081 o +81.

Se si vuole chiamare l’Italia, bisogna comporre il prefisso 0039 o +39.

Il wi-fi è sempre più diffuso ed accessibile per i turisti, soprattutto nei più importanti centri urbani e nelle stazioni principali.

Ovviamente hotel e pubblici servizi, offrono la connessione ai loro clienti.

Per la scelta di cosa mettere in valigia, bisogna tener conto in quale periodo ci si reca in Giappone. Quindi si invita a leggere la sezione “Clima” di questa pagina, per organizzare al meglio il vestiario.

Immancabile deve essere l’ombrello e/o l’impermeabile, dato che in Giappone, quasi tutto l’anno, si possono trovare giornate di pioggia.

I giapponesi hanno conservato nel tempo un’innata passione per la natura e per la contemplazione delle sue eccezionali manifestazioni spontanee.

Per questo, sicuramente, ci si deve equipaggiare di una buona macchina fotografica, che permetta di immortalare scatti come potete vedere qui in basso…

Le religioni più diffuse in Giappone sono lo Scintoismo e il Buddismo:

Lo Scintoismo è strettamente legato alle radici del Giappone, che si basa sul culto della natura e degli antenati;

Il Buddismo invece fonda le proprie radici sull’adorazione del genere umano e di ogni essere vivente.

Il Cristianesimo è professato in maniera veramente esigua.

Contattateci per chiedere come fare per realizzare il vostro sogno!

  • Selezionando la casella si presta consenso al trattamento dei dati personali, relativamente al servizio della Informativa sul trattamento dei dati personali in materia di privacy, quali a mero titolo esemplificativo, l’invio di comunicazioni promozionali e informative, di materiale pubblicitario e la partecipazione a concorsi ed operazioni a premi.
  • Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e ai sensi della legge 196/03 autorizzo, ilikeviaggi.it al trattamento dei dati personali inseriti nel form di cui sopra per finalità di verifica dei pagamenti ed esclusa ogni finalità commerciale e promozionale.
[ux_custom_products cat=”giappone” products=”” columns=”4″ title=””]